Messina, cosa vedere nella città e dintorni

Sara LisciottoArte e Musei, Borghi di Sicilia, Castelmola, Cibo e Vino, Forza D'Agrò, Isole Eolie, Lipari, Mare e Natura, Megaliti dell'Argimusco, Messina, Montalbano Elicona, Panarea, Savoca, Storia e Cultura, Stromboli, Taormina, VulcanoLeave a Comment

Messina cosa vedere? È la domanda che si pone chi arriva in Sicilia senza sapere che Messina  non è solo una città di passaggio, ma anzi è un perfetto punto di partenza per esplorare tutta la parte orientale dell’isola. Definita la “Porta della Sicilia”, Messina cela nel suo territorio molti più tesori di quando non ci si aspetti.

Se siete curiosi di sapere cosa vedere a Messina e dintorni non vi resta che continuare con la lettura.

Messina cosa vedere: la città dello Stretto e i laghi di Ganzirri e Faro

La città di Messina si trova in prossimità di Capo Peloro, l’estrema punta nord orientale della Sicilia, che per questa ragione è il punto dell’isola più vicino alla terra ferma, distante poco più di 3 km. Se vi state chiedendo a Messina cosa vedere in un giorno, sappiate che l’area di Capo Peloro si affaccia sul magnifico Stretto di Messina, e si presenta come uno scenario naturale da lasciare senza fiato, fatto di acqua cristallina e circondato dai villaggi di Torre Faro e Ganzirri, antichi borghi di pescatori. Proprio a Torre Faro, ed esattamente nella Spiaggia della Punta, si trova il Pilone, gigantesco traliccio di 233 metri che un tempo era collegato al suo gemello calabrese per il passaggio della linea elettrica. In estate, la spiaggia del Pilone si trasforma in un punto di ritrovo per i giovani: spesso vengono organizzati festival, eventi a tema ed eventi musicali, ma è anche il luogo migliore per osservare le forti correnti dello Stretto che, proprio nelle acque antistanti la spiaggia, si incontrano, formando i famosi mulinelli.

Questa zona merita sicuramente di essere inserita in un itinerario Messina, proprio per l’interesse naturalistico, non solo dello Stretto, ma anche dei due laghi salmastri di Ganzirri e Faro. Queste due lagune sono in collegamento al mare e tra di loro tramite alcuni canali e, oltre a essere il luogo ideale per la mitilicoltura, rappresentano anche un importante punto di sosta lungo le rotte migratorie. Per questo motivo tutta l’aerea è stata istituita riserva naturale nel 2001. Una delle possibili risposte alla domanda “Messina cosa vedere?”  sono quindi Capo Peloro e i laghi di Faro e Ganzirri, due delle attrazioni naturalistiche principali da prevedere nelle escursioni Messina, magari con un sightseeing Messina tour. Questo è il modo migliore per scoprire Messina e visitare una delle aree più belle della città, in compagnia di guide locali che saranno felici di svelarvi miti e leggende del loro territorio.

Spostandoci adesso verso il centro città, se avete poco tempo, a Messina cosa vedere è sicuramente lo spettacolo del campanile del Duomo, che ogni giorno a mezzogiorno incanta i visitatori con il movimento delle statue automi e l’orologio astronomico più grande del mondo. Altri luoghi di interesse sono indubbiamente i musei della città, come il Museo Regionale, che ospita al suo interno un enorme patrimonio artistico, tra cui alcuni quadri di Caravaggio e di Antonello da Messina, il Museo del ‘900, realizzato all’interno di un bunker della seconda guerra mondiale, il Museo delle Armi Antiche, Artistiche e Rare, il Monte di Pietà e la Galleria di arte Moderna e Contemporanea. Tra le varie escursioni Messina presenti nel panorama dell’offerta turistica, un sightseeing Messina Tour a piedi può essere il modo perfetto per scoprire le bellezze della città, le chiese più antiche, come la Chiesa dei Catalani e la Chiesa dell’Immacolata, il Teatro Vittorio Emanuele, con lo splendido affresco di Renato Guttuso, raffigurante la leggenda di Colapesce, e molto altro ancora.

Messina cosa vedere in un giorno? Per gli amanti della fotografia, ecco quali sono i migliori punti da cui catturare il magnifico panorama della città dello Stretto dall’alto e portarlo a casa con se’: la cima del campanile del Duomo di Messina, la piazzetta panoramica di Cristo Re e il Santuario della Madonna di Montalto. Per chi si chiede a Messina cosa vedere se si dispone di più tempo, consigliamo assolutamente una passeggiata naturalistica sui monti Peloritani, per arrivare fino al Santuario della Madonna di Dinnammare, da dove il panorama sullo Stretto da una parte, e su Capo Milazzo e le Isole Eolie dall’altro vi lascerà senza fiato.

Messina e dintorni cosa vedere: escursioni Messina alla scoperta dei borghi

Se siete curiosi di sapere cosa vedere a Messina e dintorni, nel territorio della città ci sono molti borghi e piccoli villaggi che meritano una visita per la loro autenticità. Tra i borghi più famosi del messinese rientra sicuramente Castelmola, situato a pochi km da Taormina. Qui è possibile degustare il vino aromatizzato alla mandorla, visitare la Chiesa Madre e  passeggiare fino alla rocca da dove godere di uno stupendo panorama sulla costa ionica e sull’Etna. Un’altra cosa da vedere a Messina e provincia, è l’area dei borghi di Savoca e di Forza d’Agrò. Colui che rese famosi questi borghi è F.F. Coppola, che li scelse per ambientare il celebre film “Il Padrino”: sono moltissimi i visitatori che si recano a Savoca per visitare il Bar Vitelli, la chiesa di Santa Lucia e il Museo Comunale.

Dopo aver vinto la competizione nazionale dei “Borghi più belli d’Italia”, anche Montalbano Elicona fa sempre di più parlare di se’. Ecco quindi un altro punto da inserire nella lista “Messina cosa vedere”. Il suo magnifico castello domina dall’alto un circondario di abitazioni medievali di eccellente fattura, recentemente trasformate in albergo diffuso. Ma, a proposito di cosa vedere vicino Messina, il territorio di Montalbano nasconde al suo interno un posto magico e misterioso, che solo recentemente ha iniziato a rivelarsi al mondo: l’Altopiano delle Rocche dell’Argimusco. Questo sito si caratterizza per la presenza di gigantesche e maestose rocce antropomorfe, le cui origini, tutt’ora incerte, hanno attirato l’attenzione dell’UNESCO, che proprio a Montalbano nel 2018 ha riunito scienziati da tutto il mondo per confrontarsi sul tema della gestione del patrimonio.

Il viaggio all’interno del territorio di Messina continua con altri luoghi da includere nella lista “Messina cosa vedere”. Sono spesso i luoghi più sconosciuti e i borghi più piccoli quelli che riservano le migliori sorprese, ma solo a chi ha la curiosità di scoprirli. Il borgo di Novara di Sicilia, ad esempio, conserva ancora gli antichi mulini ad acqua, eleganti palazzi, vicoli e stradine sormontati da archi di pietra e tante chiese antiche, custodi di pregevoli opere d’arte. Si segnala anche il magnifico borgo panoramico di San Marco d’Alunzio, sulla costa tirrenica, con i resti del Castello normanno e della Chiesa di San Marco, edificata sull’antico Tempio di Ercole, e circa venti chiesette presenti sul suo territorio.

Nell’elenco di cosa vedere a Messina e dintorni vale la pena includere anche il borgo di Castiglione di Sicilia, nel territorio di Catania, in prossimità del fiume Alcantara. Qui è possibile ammirare il Castello di Lauria, edificato su una rupe arenaria nel XII secolo, e la Basilica della Madonna della Catena, con la sua monumentale facciata barocca (1655). In aperta campagna si trova la Cuba di Santa Domenica, uno dei più significativi esempi dell’architettura bizantina siciliana, edificata nel VII secolo.

Cosa vedere vicino Messina: Isole Eolie Minicrociera

Per chi invece preferisce rilassarsi e fare il pieno di mare e sole, una minicrociera Isole Eolie da Milazzo è l’opzione perfetta. Anche le Eolie, infatti, rientrano sicuramente nella categoria “Messina cosa vedere”. Chi soggiorna a Messina ha la possibilità di scegliere una delle minicrociere che offrono l’opportunità di visitare due delle “Sette Sorelle” in un solo giorno. Giusto il tempo per riempire gli occhi di bellezza e di deliziosi scorci: il colore del buganvillee per le vie di Panarea a contrasto con l’azzurro del mare, le straordinarie eruzioni di Stromboli, le bianche e magnifiche cave di pomice a Lipari e la Spiaggia Nera di Vulcano.

Se siete arrivati a questo punto dell’articolo avrete sicuramente capito che per scoprire cosa vedere a Messina e dintorni non basterà un solo viaggio, e che la lista “Messina cosa vedere” potrebbe persino allungarsi ancora! Saremo felicissimi di aiutarvi a progettare il vostro itinerario Messina, scegliendo tra le nostre numerose proposte di escursioni Messina quella che maggiormente soddisferà le vostre richieste.